0474 501 399 info@vbc.bz.it
Logo Verginer Business Consulting
Richiedi contatto

Area clienti

Un portale per collaborare e condividere.

Accedi

Richiesta di contatto

Il modo più veloce per fare la nostra conoscenza.

Richiedi contatto
Chiudi

Il 22 marzo 2022, è entrato in vigore il DL n. 21/2022 che reca come titolo: "misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina".
Si tratta di un decreto diretto a contenere gli effetti dell'aumento dei prezzi dei carburanti, dell'energia elettrica e del gas.

Queste le principali novità introdotte con il decreto:

Art. 1 – riduzione delle aliquote di accisa sulla benzina e sul gasolio
Dal 22 marzo, per un periodo di 30 giorni, il prezzo di benzina e gasolio è ridotto di 30,5 centesimi di euro al litro.

Art. 3 – credito d’imposta alle imprese per l’acquisto di energia elettrica
Alle imprese dotate di allacciamento alla rete elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW è riconosciuto un credito d’imposta pari al 12% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica effettivamente utilizzata nel secondo trimestre 2022. Il credito d’imposta sarà utilizzabile in compensazione entro il 31 dicembre 2022 e non concorre alla formazione del reddito d’impresa ai fini delle imposte dirette. Il credito d’imposta sarà cedibile ad altri soggetti secondo modalità che saranno definite dall’Agenzia delle Entrate.

Art. 4 – credito d’imposta alle imprese per l’acquisto di gas naturale
Alle imprese è riconosciuto un credito d’imposta pari al 20% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas naturale nel secondo trimestre 2022 per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici (l'uso termoelettrico è inteso come utilizzo del gas per la produzione di energia elettrica). Il credito d’imposta è fruibile e cedibile analogamente a quanto previsto per il credito d’imposta per l’acquisto di energia elettrica (art. 2).

Art. 8 – rateizzazione delle bollette per i consumi energetici delle imprese
Le imprese con sede in Italia, clienti finali di energia elettrica e gas naturale, potranno richiedere ai propri fornitori con sede in Italia, la rateizzazione degli importi dovuti per i consumi di energia elettrica e gas naturale relativi ai mesi di maggio e giugno 2022 in un massimo di 24 rate mensili.

Art. 17 – fondo per il sostegno del settore dell’autotrasporto
Con decreto ministeriale saranno definiti i criteri di determinazione, le modalità di assegnazione e le procedure di erogazione di un fondo di 500 milioni a sostegno del settore dell’autotrasporto.

Art. 18 – credito d’imposta per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca
A favore delle imprese agricole e della pesca, è riconosciuto un credito d’imposta pari al 20% della spesa sostenuta per l’acquisto del carburante utilizzato per la trazione dei mezzi utilizzati per l’esercizio dell’attività effettuato nel primo trimestre dell’anno 2022. L’acquisto deve essere comprovato mediante le fatture d’acquisto (al netto dell’IVA). Il credito d’imposta è utilizzabile entro il 31/12/2022 e sarà cedibile ad altri soggetti secondo modalità che saranno definite dall’Agenzia delle Entrate.

Art. 37 – contributo in forma di prelievo straordinario dovuto dai produttori e rivenditori
Per l’anno 2022 è istituito un contributo straordinario dovuto dai soggetti che esercitano attività di produzione di energia elettrica, di gas metano o di estrazione di gas naturale, dai soggetti rivenditori di energia elettrica, di gas metano e di gas naturale e dai soggetti che esercitano attività di produzione, distribuzione e commercio di prodotti petroliferi.
Il contributo è pari al 10% dell’incremento del saldo tra operazioni attive e passive, registrate ai fini dell'IVA, riferito al periodo da ottobre 2021 a marzo 2022 rispetto al periodo da ottobre 2020 a marzo 2021, però solo qualora tale incremento sia di almeno il 10% e sia inoltre superiore a 5 milioni di euro.